DIOSCORIDES, Pedanius

De medicinali materia, libri sex,

Ioanne Ruellio interprete. Cuilibet capiti additae Annotationes...Lugduni, apud Balth. Arnolletum, 1550,

in-8, pp. (32), 790, leg. coeva p. perg. con unghia, tit. ms. al dorso. Impresa tipogr. al tit., iniz. silogr., svariate centinaia d'illustrazioni botaniche n.t. Dedica a Franc. Sangelasio. Pregevole edizione della celebre traduzione di Ruel, pubblicata nel 1516 per la prima volta, della piu' importante opera dell'antichita' in campo botanico farmacologico. Sotto il titolo di ogni capitolo viene riportata la nomenclatura, oltre che in greco e latino, anche in italiano. Il sesto libro tratta anche del veleno e degli animali velenosi. L'opera e' una traduzione di Dioscoride, il piu' importante medico botanico dell'antichita', che influenzo' per circa 16 secoli tutti gli studi botanici occidentali. ''Until well into the 17th century... all botanical studies were based on this book, and the greater part of any new botanical matter published in the sixteenth and seventeenth centuries was in the form of a commentary on Dioscorides'' (PMM). Dioscoride, nato a Tarso nel primo secolo d.C., viaggio' molto e studio' ovunque le erbe e le piante durante i suoi viaggi. Suo fu il primo sforzo di catalogazione sistematica delle piante esistenti; egli descrive circa 500 piante. Bell'esempl.

Wellcome I, 1789. Durling 1153. Pritzel 2306. Nissen 499.
€ 2.600