CASTIGLIONCHIO, Lapo da

Episola o sia Ragionamento.

Colla vita del medesimo composta dall'abate Lorenzo Mehus. Si aggiungono alcune Lettere di Bernardo suo figliuolo e di Francesco di Alberto suo nipote. Con un'Appendice di antichi documenti. Bologna, G. Corciolani ed eredi Colli, 1753, in-4, pp. LX, 222, leg. m. pergamena ed angoli, titolo e filetti in oro su tassello in pelle al dorso, tagli marmorizzati, testatine e capilettera ornati, ritratto dell'autore inciso su rame da Francesco Bartolozzi ed uno di Federico Zanchini, cui l'opera è dedicata, inciso da Giov. Fabbri. ''Vuolsi scritta quest'opera verso 1370, ed è da tenersi fra le pregievoli del buon secolo. Il valoroso editore, Lorenzo Mehus, scrissa la Vita di Lapo e la predazione, e v'aggiunse un albero genealogico. La accrescono pregio parecchi documenti posti nell'Appendice, fra' quali sono cinqie Pistole del Petrarca, scritte a que' da Castiglionchio. Fu Lapo grande amico del Petrarca, e morì in Roma nel 1381'' (Gamba, 1078). Gamba, 1078.
€ 450