LONGHI, Giuseppe

La Calcografia propriamente detta, ossia l'Arte d'Incidere in rame coll'Acqua-forte, col Bulino e colla Punta.

Ragionamenti letti nell'adunanze dell'I. R. Istituto di Scienze, Lettere ed Arti del Regno Lombardo-Veneto. Vol. I (solo pubblicato) concernente la teorica dell'arte. Milano, Stamperia Reale, 1830 (ma 1831), in-8gr., pp. XXXII, 385 (4), 392-43 (3 tavole in calcografia, compreso il front.). Leg. coeva in cartonato decorato, titolo su tassello al dorso. Le tre tavole in calcografia sono: il frontespizio inciso in rame da Prada; l'ultima incisione a bulino a cui lavorò lo stesso Longhi, raffigurante uno studio sui profili umani, a cui è agggiunta una didascalia postuma che reca la data di morte dell'A. (2 gennaio 1831); un ritratto di Giuseppe Longhi entro medaglione, disegnato e inciso da Francesco Anderloni. A partire da pp. (386) segue, con occhietto prporio: ''Notizie biografiche di Giuseppe Longhi raccolte da Francesco Longhena''. Edizione originale dell'unico volume pubblicato poiché la morte dell'A. sopraggiunse nel gennaio dell'1831 e l'opera venne affidata dai suoi eredi a Francesco Longhena, che aggiunse l'ultima parte dedicata alla biografia del Longhi. Ottimo esemplare di importante trattato sull'incisione in rame, fresco e marginoso.
€ 800