PORZIO, Simone

Se l'huomo diuenta buono o cattivo volontariamente.

Disputa dello eccellentissimo filosofo m. Simone Portio napoletano. Tradotta in volgare per Giovam Batista Gelli. In Fiorenza, appresso Lorenzo Torrentino, 1551, in-8, pp. 139, (5 bianche), legatura coeva in pergamena flessibile, titolo manoscritto al dorso e al taglio di piede. Precede il testo dedica a Francesco Torelli in corsivo; testo in carattere tondo. Edizione originale della traduzione italiana curata dal Gelli di questo trattato sul libero arbitrio e la determinazione del destino umano e suo carattere. L'opera era apparsa presso i torchi del Torrentino in latino nello stesso anno. Porzio (1497-1554), fu medico e filosofo napoletano, allievo del materialista Pomponazzi e professore a Pisa. Buon esemplare. Gamba 1596, note. Moreni, Annali, 161. Brunet IV, 829.
€ 1.000