COMMEDIA DELL’ARTE

Album di 22 miniature su pergamena di maschere e scene della Commedia dell’Arte e di costumi veneti e romani.

Probabilmente di mano d’artista fiammingo che viaggiò in Italia all’inizio del seicento. Italia, primo quarto del XVII secolo, Divertenti e raffinate pitture di costumi locali e mestieri, assai animate, vari personaggi della Commedia dell'Arte, e curiosità. Splendide miniature, con vivacissimi colori e frequenti rialzi in oro, di ottima fattura e non prive di una certa vena caricaturale; titoli vergati in oro. I fogli misurano mm 190x127, e sono conservati in una legatura d'amatore moderna in pieno marocchino blu (firmata Bernasconi). Comprende: 1) "Come si bace li piedi del Papa" - 2) "Co me le done si petinano nel sol per rossir li suoi capeli" - 3) "Gentildona Venetiana – Donzela Venetiana" – 4) "Procurator di Venetia – Magnifico di Venetia" – 5) "Duco di Venetia – Duchessa di Venetia" – 6) "Cortegiano de la Corte del Papa – Comendatore in Padoa" – 7) "Cortesana" e "Vedova Feraresa" – 8) "Caposta di Padoa" e "Procurator in Padoa" – 9) "Cortegiana romana Macarela" – 10) "Un Evesque de France...en procession" – 11) "Generale de Larmata di Venetia – Concilio di Venetia" – 12) "Medico" – 13) "Gondola di Venetia" – 14) "Come li batuti vano nela processione" – 15) "Arlequin – Isabella – Franquatripa" – 16) "Un Contadino Sacando Otirando Lato Duna Capra" – 17) "Contadina" – 18) "Charlatano" – 19) "Mascarata" – 20) "Come si porta il Vino nel Tempo di Vendemia" – 21) "Un pescatore il quale va pescando pece sopra il fiumo" – 22) "Come doy fachini giocano ala m(ora)". Tra le più curiose, spiccano le tavole n. 2 (una gentildonna seduta su un terrazzo, mentre si schiarisce i capelli ai raggi del sole, pettinandosi con unguenti) e la n. 7 con parte mobile: sollevando il lembo del grembiule alla bella cortigiana veneta, appaiono il pube e le gambe nude, su altissimi tacchi (la parte nascosta presenta abrasioni, dovute evidentemente alle ripetute carezze sulle nudità). La "Mascarada" è invece una scena ispirata alle maschere della Commedia dell'Arte: due uomini e una donna in maschera passeggiano tenendosi per mano; quello di destra ricorda Pantalone, quello di sinistra in costume da moro suona il mandolino. Il "Charlatano": divertente scenetta in cui un ciarlatano illustra ad una coppia su un palco le virtù delle ampolle contenute nel suo stipetto. Il "Duco di Venetia – Duchessa di Venetia": la coppia dogale è in elegante abbigliamento con arabeschi dorati; il Doge porta sulle spalle una stola di ermellino, la moglie regge in mano un ventaglio di piume di struzzo. Splendidi i ricchi rialzi in oro. (Alone d'umido e restauro nell'angolo in basso a sinistra).

Katritzky, “… Late Renaissance Commedia Dell'Arte Performa-nces:  Scenery, Set and Staging in the Italian Renaissance: Studies in the Practice of Theatre, 1996, pp. 209-288; U. Ilg, “The Cultural Significance of Costume Books in 16th-Century Europe”

€ 22.000