MORATO, Fulvio Pellegrino

Del significato de colori e de mazzolli.

Operetta nuovamente ristampata. (In fine:) Vinegia, heredi di Giov. Padoano, 1555, in-8, ff. (28, segn. A-C8, D4), leg. settec. m. pelle, tit. oro al dorso. Impresa tipogr. al tit., iniz. silogr., car. corsivo. Dedica dell'a. al conte Alfonso Contrario di Ferrara. Pregevole edizione (la prima era apparsa nel 1535) di questo curioso e fortunato trattatello sui colori, uno dei primi che si sia occupato delle loro proprietà e simbologia, con numerosi dotti riferimenti alla mitologia ed alla letteratura classica ed alcuni proverbi; gli ultimi 6 fogli sono dedicati al linguaggio dei fiori, così in voga tra gli amanti di ieri e di oggi: ''Il significato de mazzoli, de herbe, et altre molte cose, si tolle ò dal colore, ò dall'odore, ò dalla natura e virtù sua naturale, ò da qualche esteriore effetto et affetto...Perché alcuna volta si dona un fior et una foglia...''. Il Morato (o Moreto) fu noto letterato di Mantova (morto nel 1547) ed insegnante in varie città d'Italia . Esempl. puro e genuino, con ex-libris coevo ms. sul tit. ed in fine: ''Gio. Battista Giglio'' (due piccoli timbri settecenteschi di biblioteca nobiliare sul titolo, lievi ingialliture qua e là). Graesse IV, 602 (I ediz.): «Ouvrage curieux sur la science des blasons et le langage des fleurs, très en vogue entre les amans». BMC e Adams registrano altre ediz.
€ 900