RICCOBONI, Luigi

De la Réformation du Théâtre.

S.l. né t. (Paris), 1743,

in-12, pp. XXIII, (1b.), 337, (7), leg. del tempo in vitello biondo, dorso a nervi con tit. e fregi oro, tagli rossi. Dedica dell'a. ad ''Elisabeth Première Impératrice de toutes les Russies''. Prima edizione di questo trattato critico nel quale Riccoboni manifesta ormai stanchezza e declino e soprattutto rigidità morale. ''Lelio intendeva fornire una sintesi teorica definitiva; purtroppo questa estrema sublimazione dei suoi rancori e delle sue aspirazioni di uomo di teatro risente degli eccessi di una religiosità troppo invadente e scrupolosa...; in generale: il punto di vista morale domina ormai in modo esclusivo nella sua requisitoria...'' (Encicl. Spettacolo VIII, 942). Tra l'altro, l'autore condanna l'amore profano, per troppo tempo unico argomento dell'intreccio, e addirittura la presenza stessa delle donne sul palcoscenico...Propone l'autorità dello Stato, quale unica artefice della riforma teatrale, la quale dovrà attenersi ai nove articoli da lui dettati: reclutamento della compagnia, matrimonio obbligatorio per le attrici, comitato di censura, intrecci senza amore, ecc. Ottimo esemplare (ma legatura con cerniere deboli).

De Courville n. 85. Soleinne V, 41.
€ 400